Molte le iniziative per favorire l’innovazione, ma servono più investimenti

startup.png

Invitalia è l’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa, di proprietà del Ministero dell’Economia. A meta’ dell’anno scorso nasce Invitalia Venture, la SGR che ha il compito di dare velocità e operatività allo sviluppo delle imprese ad alto contenuto innovativo (Tech Startup /PMI).

Italia Venture I, il Fondo di Venture Capital gestito da Invitalia Ventures SGR ha una dotazione di 50 milioni di euro e agisce in co-investimento con operatori privati nazionali e internazionali per rafforzare da subito sia la Venture Industry sia le Startup/PMI innovative in Italia.

Tra le novità in casa Invitalia, ci sono tre iniziative, rivolte a startup innovative, dalla costituzione all’espansione internazionale verso investitori americani, ed una terza, volta a raccogliere progetti di riqualificazione dell’area industriale di Trieste.

Qui di seguito qualche informazione di dettaglio.

BANDO NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO

Dal 13 gennaio 2016  e’ attivo un bando rivolto a giovani under 35 e a donne per il finanziamento a tasso zero di nuove startup innovative. Si tratta del bando di Invitalia “Nuove imprese a Tasso Zero” che mette a disposizione nuovi finanziamenti per start-up, validi in tutta Italia e volti a finanziare progetti d’impresa con spese fino a 1,5 milioni di euro.

Le agevolazioni per le start-up consistono in un finanziamento a tasso zero della durata massima di 8 anni e che può arrivare a coprire fino al 75% delle spese totali.  I soci devono essere per oltre la metà giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni e/o donne.

All’11 marzo sono stati presentati 1.080 progetti per una richiesta di agevolazioni pari a € 316.296.234, di gran lunga superiore alla disponibilità del fondo a disposizione, pari a € 58.387.260. Invitalia ha pubblicato il seguente avviso:

Le risorse finanziarie assegnate a “Nuove imprese a tasso zero” non sono sufficienti a coprire il fabbisogno potenziale delle domande presentate. Pertanto Invitalia sospende l’attività di valutazione delle richieste risultate potenzialmente eccedenti (Circolare Ministero dello Sviluppo Economico – Direzione Generale per gli Incentivi alle Imprese – n.100585 del 23 dicembre 2015). Gli interessati riceveranno una comunicazione via PEC. Con la disponibilità di ulteriori risorse finanziarie, Invitalia riavvierà la valutazione delle domande sospese secondo l’ordine cronologico di presentazione.

SMART&START, LE MIGLIORI STARTUP INCONTRERANNO A NEW YORK I VENTURE CAPITALISTS USA

E’ stata recentemente presentata la “One week accelerator”, in programma dall’8 al 13 maggio 2016, una settimana in cui circa 15 startup italiane tra quelle finanziate con Smart&Start, che saranno scelte tra tutte quelle che decideranno di candidarsi, avranno la possibilità di trascorrere una settimana nella Grande Mela e presentarsi ai finanziatori americani.

Fernando Napolitano – CEO di Italian Business & Investment Initiative, organizzatore dell’evento – ha sottolineato che “gli startupper selezionati dovranno presentare un piano di espansione del business agguerrito e credibile allo stesso tempo.”

RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE AD INVESTIRE NELLA ZONA INDUSTRIALE DI TRIESTE

Invitalia ha lanciato pochi giorni fa un comunicato stampa, volto questa volta alla “raccolta di manifestazioni di interesse ad investire nell’area di crisi industriale complessa di Trieste.”

La raccolta di proposte progettuali e’ partita online il 7 marzo e’ sara’ attiva fino alle ore 12.00 del 6 aprile 2016. Lobiettivo e’ quello di raccogliere informazioni per “identificare al meglio i fabbisogni di sviluppo dell’area e caratterizzare adeguatamente gli strumenti agevolativi che saranno attivati e resi disponibili sul territorio”.

L’area di crisi industriale complessa coincide con il perimetro della Zona Industriale di Trieste, congiuntamente alle aree demaniali in concessione alla Siderurgica Triestina S.p.A. (sono escluse le aree interessate dalla piattaforma logistica) e ricade nel territorio dei comuni di Trieste, Muggia e San Dorligo della Valle.

Le manifestazioni di interesse devono riguardare iniziative imprenditoriali, da localizzare nell’area, per la realizzazione di programmi di investimento e sviluppo occupazionale, e investimenti produttivi di riconversione e progetti di ricerca, sviluppo e innovazione.

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...