Pensando ai momenti di passaggio della vita, in cui si è realizzato un progetto o si è presa una decisione importante, 3 italiani su 4 dichiarano di aver avuto accanto almeno una persona che li ha incoraggiati o sostenuti. Ce l’avrebbero fatta anche da soli? Probabilmente no, secondo 1 intervistato su 4.

La forza dell’incoraggiamento che sblocca il potenziale nascosto in ciascuno di noi e che ci consente di realizzare con successo sogni e progetti, può quindi essere decisivo: è quanto emerge dalla ricerca promossa da Illimity – la banca nata nel 2018 con un modello di business fortemente innovativo e ad alto tasso tecnologico guidata da Corrado Passera – e realizzata in partnership con Episteme (ricerca realizzata nella seconda metà di luglio 2019, ha coinvolto un campione rappresentativo della popolazione italiana user internet di 18-74 anni per sesso, fasce d’età, area geografica di residenza).

Lo sguardo che sblocca il nostro potenziale

In chi trovano gli italiani quello sguardo che li spinge ad andare oltre gli ostacoli?

Se familiari, partner e amici restano i primi a cui si guarda per un confronto, incoraggiamento e sostegno, appare chiara l’esigenza di identificare partner istituzionali e privati capaci di attivarsi nel momento del bisogno. La fiducia nei confronti delle istituzioni tradizionali è ai minimi storici: solo l’8,1% degli intervistati dichiara di averne fiducia.

ricerca Illimity

Ricerca promossa da Illimity e realizzata in partnership con Episteme, luglio 2019.

Un segnale positivo proviene dalla generazione degli Under 25 che, insieme agli Over 64, si mostra più fiduciosa nei confronti delle istituzioni e, soprattutto, dell’Unione Europea:

  • Under 25 ➡️ 21,9%
  • Over 64 ➡️ 20%

Un bisogno, quello di nuovi punti di riferimento, sempre più sentito dagli italiani che, nonostante le difficoltà, continuano a sognare:

ben 8 intervistati su 10 dichiara di avere più di un progetto che li attende nel prossimo futuro.

E cercando nuove soluzioni, 1 italiano su 3 indica nella collaborazione tra generazioni la chiave per mettere in contatto e liberare talenti e potenziali, creando opportunità di crescita per il Paese.

Donne e uomini a confronto nei percorsi per realizzare il proprio potenziale.

Sono le stesse esperienze a scandire le traiettorie esistenziali di uomini e donne: l’incontro con il proprio partner, la nascita dei figli e l’educazione ricevuta dai genitori, l’ingresso nel mondo del lavoro e la perdita di persone care.

Ma nei momenti di passaggio della propria vita, mentre le donne segnalano di trovare sostegno prevalente in famiglia (di supporto nel 65,1% di casi), gli uomini trovano con più facilità nel mondo del lavoro qualcuno che creda in loro e li aiuti a sviluppare talento e potenziale (aiuto ricevuto in ambito lavorativo):

  • 17,8% per gli uomini
  • 7,3% delle donne

Quando cerca supporto per la realizzazione dei propri progetti, 1 donna su 3 fatica più degli uomini a trovarlo:

Per il 31% delle donne italiane è difficile indicare nel panorama odierno un interlocutore pubblico in cui riporre la propria fiducia (negli uomini questa percentuale scende al 19,2%).

IMG_0697.jpg

Ricerca promossa da Illimity e realizzata in partnership con Episteme, luglio 2019.

Startup: l’importanza delle relazioni e dei modelli

L’ascolto di un campione di startupper e di innovatori (in collaborazione con il panel di StartupItalia) ha mostrato l’importanza delle relazioni, anche informali, per superare i momenti decisivi e di passaggio: per 1 startupper su 2 sono proprio gli amici a giocare un ruolo determinante nello sbloccare il potenziale.

Se si interrogano invece gli startupper e gli innovatori in relazione ai loro modelli, alle guide a cui guardare per aver ispirazione nell’affrontare le sfide professionali, ben il 56,9% del campione mette al primo posto gli imprenditori, seguiti da altri startupper e scienziati (rispettivamente per il 52,4% e per il 43,4%).

[Foto scattate a IAB Forum il 21 novembre 2019]

 

Illimity è una banca nata nel 2018, caratterizzata da un modello di business fortemente innovativo e ad alto tasso tecnologico, guidata da Corrado Passera. Il nome, Illimity, sintetizza la vocazione che ne ha guidato la nascita: guardare oltre i modelli bancari tradizionali per essere una banda con un paradigma di gestione nuovo. Quotata sull’MTA di Borsa Italiana, Ollimity opera in specifici segmenti non sufficientemente serviti dagli operatori tradizionali. Fornisce infatti credito a imprese ad alto potenziale senza escludere a priori anche quelle con rating basso o addirittura in situazione di difficoltà.